Home press area
Press Area
La parola alle botteghe del vino: Cisterna d'Asti Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 11 Settembre 2013 14:47

BOTTEGA DEL VINO DI CISTERNA D’ASTI – OSTERIA DEL CASTELLO
Presidente: Alessandro Olivetti.

1) La Bottega del Vino di Cisterna d’Asti è un’associazione la cui ragione sociale è “Osteria del Castello”, ovviamente si rifà al Castello di Cisterna. E’ un’associazione di produttori nata circa vent’anni fa, creata con lo scopo di unire le forze per la promozione del territorio e dei suoi prodotti principali che sono i prodotti vitivinicoli. Ci diamo da fare il più possibile per partecipare ad eventi e manifestazioni che aiutano alla partecipazione di più persone sotto un unico cappello che è appunto la Bottega del Vino.
2) L’attività della Bottega purtroppo si basa anche su quelle che sono le risorse disponibili e con i “tagli” che ci sono stati in questi ultimi anni si continua a lavorare ma contando sulle nostre forze. Diciamo che l’attività principale è quella di ricezione, portare sul nostro territorio i turisti e gli enoappassionati  con pacchetti turistici collaborando con strutture adatte ad organizzarli e sfruttando una delle risorse di Cisterna che è il Castello, oltre alla nostra produzione vinicola.
Oltre a questo ovviamente partecipiamo agli eventi e fiere del settore basando il tutto, sia in Italia che all’estero, sulla promozione e non sulla commercializzazione.
3) E’ una vendemmia che tarda un po’ ad arrivare nel senso che la maturazione sta andando un po’ a rilento. La qualità dell’uva sembra veramente molto buona, diciamo che forse abbiamo una Barbera discreta per quanto riguarda il territorio di Cisterna, un ottimo nebbiolo ed una buonissima Croatina per il nostro Cisterna d’Asti.

 
Il centro storico di Alba diventa per un giorno una “via del vino”! Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 11 Settembre 2013 10:51

In arrivo l’evento che porta in centro ad Alba i produttori di Langa e Roero divisi per i Comuni di appartenenza.

Appuntamento quindi domenica 29 settembre dalle ore 14.00 alle ore 20.00 con i produttori di tutti i Comuni partecipanti. si potrà degustare dai celebri Barolo e Barbaresco, fiori all’occhiello del territorio, agli altri nobili vini delle Langhe e del Roero, al Nebbiolo d’Alba, il Roero, il Roero Arneis, la Barbera d’Alba, il Dolcetto d’Alba, di Diano e di Dogliani, e molti altri vini ancora.

Uno straordinario banco d’assaggio con molte etichette (oltre 700!) rappresentate: un’occasione per conoscere nuovi e diversi prodotti, per assaporare il fascino di un percorso nel centro storico della città, conoscendo le tipicità che firmano le colline attorno ad Alba. 

Ogni visitatore potrà effettuare le degustazioni acquistando un calice di vetro, con la possibilità poi di scegliere e confrontare i vini proposti in degustazione.

Leggi tutto...
 
Ospite della Festa del Vino: il Monferrato con la Bottega del Vino di Moncalvo Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 06 Settembre 2013 10:46

In questa edizione l’ospite della manifestazione sarà il Monferrato rappresentato dalla Bottega del Vino di Moncalvo zona di produzione della Barbera d’Asti.
La Barbera è il vitigno più rappresentativo del Piemonte e in particolare di questa zona, la sua diffusione è stata costante negli ultimi tre secoli e in particolare dalla seconda metà del 1800 poichè venne identificato come vitigno robusto, capace di fornire un prodotto fine ed elegante. L'origine del vitigno è già testimoniata nelle carte dell'archivio capitolare di Casale nel 1249 e il nome pare tragga origine dal legame del vitigno con le famiglie piemontesi che portavano il cognome BARBERI modificato in BARBERO - BARBERIS.
Attualmente rappresenta più del 50% della produzione del Monferrato; per svariati decenni ha rappresentato il classico vino rosso da pasto; oggi grazie ad un scelta mirata delle aziende avvedute la qualità del prodotto ha raggiunto livelli molto alti.
Il riconoscimento della Denominazione d'Origine Controllata risale al 1970 e la produzione avviene su 65 comuni della provincia di Asti e 51 comuni della provincia di Alessandria; le D.O.C. del Castello di Razzano sono tre così suddivise: BARBERA DEL MONFERRATO, vino di pronta beva;  BARBERA D'ASTI, invecchiamento minimo sei mesi, vino da bere nei due, tre anni, BARBERA D'ASTI SUPERIORE, vino con affinamento sempre in legno (botte grande tradizionale o barrique) e con un invecchiamento di tre anni.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Cerca nel sito