Home press area
Press Area
L’ottava edizione della Festa del Ruchè fa il botto! Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 11 Maggio 2015 10:51

Un grande pubblico e tutto esaurito nelle degustazioni.

Un vino di successo che piace sempre di più.

 

NUOVI RECORD PER IL RUCHE’!

Si è svolta sabato 9 e domenica 10 maggio a Castagnole Monferrato
l’evento dedicato ad uno dei vini autoctoni per eccellenza del Piemonte



Due giorni di festa a favore del Ruchè, per divulgarne la conoscenza, per avvicinare molti curiosi all’assaggio, per rafforzare negli intenditori un concetto positivo sulla qualità di questo vino e sulle sue ancora crescenti potenzialità.
L’ottava edizione è stata una sorta di consacrazione di un percorso continuo di crescita, poggiato su valori saldi e su una pattuglia di produttori impegnata ad affermare la qualità nel bicchiere di questo affascinante vino.
La manifestazione si è svolta sabato 9 e domenica 10 maggio nel suggestivo scenario della Tenuta “La Mercantile”.
Ha visto all’opera un gioco di squadra tra 18 aziende vinicole, il Comune di Castagnole Monferrato, l’associazione Go Wine e la locale Proloco, in una edizione che ha superato ogni previsione.
“Un percorso di otto anni – affermano gli organizzatori – ha affiancato la crescita che la denominazione sta registrando, in termini di produzione e di conquista di mercati in Italia e nel mondo. Il Ruchè mantiene intatta la sua identità ed il suo rapporto territoriale, ma il grande successo della Festa del Ruchè è la prova maestra che un vino autoctono, anche una Doc di non certo grandi dimensioni, può raggiungere grandi traguardi e avvicinare non solo enoappassionati, ma anche tanti curiosi a favore di un vino di territorio.
Tutto esaurito nella serata di sabato, grande pubblico anche lungo la giornata di domenica.
Migliaia le degustazioni con una crescita di oltre il 30% rispetto al 2014, che era già stata un’edizione record.

Leggi tutto...
 
Festa del Ruchè: 9 e 10 maggio 2015 Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 28 Aprile 2015 00:00

Degustazioni di Ruchè, prodotti tipici del Monferrato e non solo...

Al via l'’ottava edizione dell' evento che si propone di promuovere e divulgare la conoscenza del Ruchè nata da una pattuglia di produttori con il Comune di Castagnole Monferrato e con l'Associazione Go Wine
Due giornate di festa e di confronto in cui il Ruchè sarà il protagonista esclusivo di una serie di importanti degustazioni. La manifestazione si apre nel pomeriggio di sabato 9 maggio con un breve convegno per fare il punto sui vini dell’ultima vendemmia e sulla produzione a cui seguirà il banco d’assaggio con protagoniste le aziende vinicole che incontreranno il pubblico all’interno delle belle sale della Tenuta La Mercantile fino alla tardo pomeriggio della domenica 10 maggio. Inoltre durante la giornata della domenica si svolgerà il wine tasting dedicato ai giornalisti, agli operatori di settore ed agli enoappassionati che vogliano approfondire la loro conoscenza sul Ruchè. Uno spazio sarà riservato ai prodotti tipici, con la presenza dei ristoranti e della proloco di Castagnole Monferrato che porteranno le loro specialità direttamente alla Tenuta La Mercantile, creando un  menù da gustare di accompagno ed in abbinato alla degustazione del Ruchè.
E ancora: animazioni musicali e passeggiate nei vigneti completano la proposta per un itinerario in un territorio di particolare fascino che, anche grazie al vino, sta conoscendo un nuovo sviluppo.


A terrmine della degustazione alla cieca che si svolgerà la mattina di domenica 10 maggio (verso le ore 11.30) Giacomo Fasola, Francesco Moscatelli e Ilario Lombardo presenteranno il romanzo “Il Vino del Papa – L’avventurosa storia del Ruchè e il mistero della bottiglia scomparsa”. Il libro racconta la storia del vino Ruchè  in previsione della visita pastorale di Papa Francesco nelle terre d’origine della famiglia Bergoglio. La storia si infittisce quando un giornalista argentino, inviata dal suo giornale nel Monferrato per scrivere un pezzo sulla visita pastorale, si imbatte nella sparizione di una bottiglia di Ruchè custodita nel museo di Castagnole Monferrato, da qui scaturiscono retroscena di un curioso concorso per il miglior vino da offrire al Papa, di un vecchio partigiano che conserva un antico segreto e di tanti altri misteri collegati al mondo del Ruchè. Un libro che racconta sotto forma romanzesca la vera storia del Ruchè, prodotto si da tempi remoti da uve autoctone la cui fattura era stata abbandonata per essere ripresa con successo, in purezza, da un prete del tutto particolare, don Giacomo Cauda, negli anni ’60.

Leggi tutto...
 
SUCCESSO DI PUBBLICO PER “ I GRANDI TERROIR DEL BAROLO” Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 27 Aprile 2015 15:13

Concluso il week end di appuntamenti per conoscere sul territorio la nuova annata, e non solo, del Barolo di Castiglione Falletto e Serralunga d’Alba


Dopo le positive indicazioni a favore dell’annata 2010 anche la nuova annata 2011 del Barolo promette bene! Un riscontro registrato fra il pubblico e i professionisti del settore che hanno raccolto l’invito di Go Wine e la Cantina Comunale di Castiglione Falletto e la Bottega del Vino di Serralunga d’Alba per la due giorni in Langa dedicata a “I Grandi Terroir del Barolo”.

Un calendario interessante di degustazioni guidate, la degustazione dei Barolo 2011, visite in cantina e percorsi fra le colline hanno permesso al pubblico intervenuto di vivere le emozioni e degustare nei due  territori d’origine uno dei più grandi vini del mondo: il Barolo.

Il programma e le iniziative proposte hanno valorizzato la ricchezza dei terroir esaltandone la diversità e l’articolazione dei diversi cru.
Riuniti nelle diverse sedi, la Cantina Comunale di Castiglione Falletto ed il Castello di Serralunga, i produttori hanno avuto modo, nei banchi di assaggio, di raccontare i propri vini ed il proprio territorio.
Come riferito, il programma dell’evento ha affiancato al banco d’assaggio le degustazioni di approfondimento: Mauro Giacomo Bertolli (direttore di italiadelvino.com, curatore della  rubrica Andar per vini su Food24 de Il Sole 24 Ore) a Castiglione Falletto e Giancarlo Gariglio (curatore della guida Slowine) a Serralunga d’Alba hanno commentato le annate 2009, 2008 e 2007, mentre Gianni Fabrizio (curatore della Guida ai Vini del Gambero Rosso) a Serralunga d’Alba ha svolto un’interessante retrospettiva sull’annata 2006, con la presentazione dei vini sempre illustrata attraverso i diversi cru.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Cerca nel sito