Home rubriche
Rubriche


VIGNETO DELLE TERRE ROSSE - VALLANIA Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 21 Dicembre 2012 08:16

Vigneto delle Terre Rosse - Enrico Vallania
Via Predosa 83 - 40069 Zola Predosa (BO)
tel +39 051 755845 - 759649 - fax +39 051 6187210
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.terrerosse.com

Ettari vitati complessivi: 20
Numero bottiglie prodotte all’anno: 90.000

Come arrivare: Autostrada del Sole A1, uscita Bologna Casalecchio, seconda rampa a destra direzione Bazzano-Maranello-Zola Predosa, fino ad arrivare a Zola Predosa.
Persona da contattare: lisabetta Vallania, Enrico Vallania, Giovanni Vallania
Orario visite: Dal lunedì alla domenica, su appuntamento.

Appartenente alla famiglia Vallania dalla metà del XIX secolo, la tenuta è stata ereditata da Enrico Villania nel 1961. Medico di professione, viticoltore ed enofilo per vocazione, ma soprattutto studioso appassionato della ricerca, Enrico ha completamente dedicato l’azienda alla coltura della vite, sperimentando vie e modi per il miglioramento della qualità.
Così i vecchi impianti sono stati sostituiti da nuovi "cultivar" ad eccezione di tre ceppi, Cabernet, Sauvignon, Riesling e Malvasia, vanto e passione di famiglia e già presenti a memoria d' uomo nei colli di Bologna. A queste qualità, in anni di sperimentazioni, si sono aggiunti Chardonnay, Sauvignon, Pinot Bianco, Pinot Nero e Merlot più adatti di molti altri, provati ed eliminati, che meno si addicevano alle particolari caratteristiche delle argille calcareo-ferrose di quelle terre.

 
RIVERA Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 07 Dicembre 2012 08:16

Rivera
S.P. 231 km 60,500 - 70031 Andria (BA)
tel +39 088 3569501 - fax +39 088 3569575
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.rivera.it

Ettari vitati complessivi: 95
Numero bottiglie prodotte all’anno: 1.500.000

Come arrivare: Autostrada A14 Adriatica, uscita Canosa, direzione Canosa e poi Andria, immettendosi sulla S.P. 231 in direzione Andria: l’azienda è sulla sinistra, ben visibile dalla strada principale.
Persona da contattare: Roberta Tanzi
Orario visite: Dal lunedì al venerdì: 9.30-13 e 14-17. Sabato e domenica su appuntamento.

L’azienda fu fondata da Sebastiano de Corato agli inizi degli anni ‘50, diventando una delle prime realtà vinicole protagoniste della rinascita qualitativa dell’intera Puglia enologica grazie a vini divenuti famosi come il Rosé e Il Falcone Riserva. Nei vigneti di proprietà sono coltivate varietà autoctone quali il bombino nero, il nero di Troia, il montepulciano e l’aglianico, ma anche varietà internazionali come lo chardonnay e il sauvignon. Se, dopo aver visitato gli ambienti della cantina, tra rustica tradizione e tecnologia, e goduto della calda ospitalità della famiglia de Corato, le immancabili tappe presso Castel del Monte o la cattedrale sul mare di Trani non avessero del tutto appagato il vostro desiderio enoturistico, non troverete miglior posto dove ristorare il vostro corpo che la BioMasseria Agrituristica Lama di Luna e la Locanda Antichi Sapori. La prima è un’azienda agrituristica biologica di 180 ettari, completamente ristrutturata in armonioso connubio tra bioedilizia e Feng Shuy; mentre la seconda offre la tradizione del luogo (verdure selvatiche, lampascioni della Murgia, sponsali, funghi cardoncelli, gnumreddi) in piatti semplici e gustosi. La gestione di questi locali è distinta rispetto all’azienda Rivera.

 
TENUTA IL FALCHETTO Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 30 Novembre 2012 08:16

Tenuta Il Falchetto
Località Valle Tinella 16 - 12058 Santo Stefano Belbo (CN)
tel +39 0141 840344 - fax +39 0141 843520
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.ilfalchetto.com

Ettari vitati complessivi: 25
Numero bottiglie prodotte all’anno: 60.000

Come arrivare: Autostrada A21 Torino-Piacenza, uscita Asti Est, direzione Santo Stefano Belbo. Autostrada A7 Milano-Genova, uscita Alessandria Sud, direzione Nizza Monferrato, poi Santo Stefano Belbo.
Persona da contattare: Adriano Forno, Giorgio Forno , Fabrizio Forno
Orario visite: Dal lunedì alla domenica, su appuntamento.

Risalgono a metà del 1600 i primi documenti che testimoniano l’ubicazione della “Cascina Forno”, soprannominata anche Tenuta Il Falchetto. Piero Forno, già viticoltore da quattro generazioni, iniziò a imbottigliare il Moscato nel 1940. Oggi guidano questa vivace realtà vitivinicola i fratelli Giorgio, Fabrizio e Adriano Forno. Basterebbe riassumere le varie tenute – Il Falchetto, I Ciombi e Cascina Moncucco a Santo Stefano Belbo; Tenuta del Fant a Calosso d’Asti; Bricco Paradiso e la nuova tenuta di Lovetta ad Agliano Terme, nel cuore della zona storica della Barbera d’Asti – per capirne l’ampiezza dell’orizzonte produttivo, dove i moscati convivono brillantemente con le barbere, e dove versatilità fa davvero rima con qualità. Ma qui si respirano anche le atmosfere dei romanzi di quel Cesare Pavese che a Santo Stefano Belbo è nato: la sua casa natale è sulla strada principale arrivando da Canelli, il Centro Studi Pavesiano in un’antica chiesa sconsacrata del centro storico. Dalla collina del Falchetto lo sguardo spazia a 360° su un memorabile panorama viticolo. La cantina è dotata di un’accogliente saletta di degustazione.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Newsletter Go Wine


Vuoi essere informato sui numerosi
eventi enoturistici Go Wine?
Allora iscriviti alla newsletter

Cerca nel sito