Home rubriche
Rubriche


RABAJA' - BRUNO ROCCA Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 11 Novembre 2011 08:16

Rabajà - Bruno Rocca
Via Rabajà 29 - 12050 Barbaresco (CN)
tel +39 0173 635112 - fax +39 0173 635112
www.brunorocca.it - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ettari vitati complessivi: 15
Numero bottiglie prodotte all’anno: 60.000

Come arrivare: Autostrada A21 Torino-Piacenza, uscita Asti Est, A33 Asti-Alba direzione Alba, uscita Castagnito, direzione Barbaresco.
Persona da contattare: Luisa Rocca
Orario visite: Dal lunedì al venerdì: 8.30-12.30 e 13-13. Sabato e domenica su appuntamento.

Il Barbaresco Maria Adelaide, il Barbaresco Coparossa e il Langhe Rabajolo (uvaggio cabernet sauvignon, nebbiolo e barbera). Degna di menzione la Barbera d’Asti.
Di estrazione contadina, originaria di Barbaresco, la famiglia Rocca ha da sempre lavorato nelle vigne di proprietà. Si vinificavano le uve, per produrre vini da vendere sfusi ai consumatori che ritiravano direttamente il vino in cantina. Nel 1978, con la perdita del padre, l’azienda passò nelle mani del figlio Bruno Rocca, che lavorava come addetto marketing nella Società Dolciaria Ferrero. Bruno decise di fare il grande passo, lasciando la Ferrero, diventando produttore e cominciando a vendere il prodotto solo in bottiglia. Passando di qua, conoscerete il temperamento di Bruno Rocca, vigneron di Barbaresco con il vino nel sangue, e la magica atmosfera che si respira in questa piccola cantina familiare, da cui si gode (attraverso le finestre della sala degustazione o direttamente all’esterno) un intenso, ipnotico belvedere collinare su alcuni dei più importanti cru di Barbaresco, dal Rabajà agli Asili, passando per il Martinenga. Un’istantanea che si fisserà, per sempre, nella vostra memoria di appassionati enoviaggiatori. (MZ)

 
QUINTODECIMO Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 04 Novembre 2011 08:16

Quintodecimo
Via San Leonardo - 83036 Mirabella Eclano (AV)
tel +39 0825 449321 - fax +39 0825 449321
www.quintodecimo.it - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ettari vitati complessivi: 12
Numero bottiglie prodotte all’anno: 32.000

Come arrivare: Autostrada A16 Napoli-Bari, uscita Benevento o Grottaminarda, prendere la S.S.90 in direzione Mirabella Eclano fino al km 3.7 e svoltare in via San Leonardo. S’incontra l’ingresso della cantina dopo circa 1.2 km.
Persona da contattare: Laura Di Marzio
Orario visite: Dal lunedì alla domenica, su appuntamento.

Quintodecimo è la tenuta nella campagna di Mirabella Eclano dove Luigi Moio ha gettato le basi del suo piccolo château irpino. Luigi, figlio d’arte, ha mosso a suo tempo i primi passi con i Falerno dell’azienda di papà Michele Moio in quel di Mondragone, prima ancora che la vicenda universitaria lo portasse in Borgogna come giovane ricercatore e lo affermasse infine come ordinario di Enologia alla Federico II di Napoli. Ma l’approdo alla docenza universitaria non è stato per lui l’ultimo traguardo, la vera sfida essendo piuttosto ai suoi occhi far interagire il talento critico del ricercatore con la creativa quotidianità del vigneron. Il progetto vitivinicolo di Quintodecimo è centrato sull’aglianico, ma la cantina, concepita con razionalità e rigore, ospita anche la vinificazione e l’affinamento dei tipici bianchi irpini (falanghina, greco, fiano) ed è frutto della maniacale cura di ogni dettaglio che caratterizza l’approccio di Moio, artefice meticoloso di tutti i passaggi nel percorso dalla vigna alla bottiglia: dalla sperimentazione su cloni e portainnesti, fino alla scelta dell’incarto per il confezionamento a mano di ogni singola bottiglia nelle cassettine di legno. (GGr)

 
SASSOTONDO Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 28 Ottobre 2011 08:16

Sassotondo
Località Piani di Conati 52 - 58010 Sovana (GR)
tel +39 0564  614218 - cell. 348 9029125 - fax +39 0564  617714
www.sassotondo.it - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ettari vitati complessivi: 10
Numero bottiglie prodotte all’anno: 30.000

Come arrivare: Da Pitigliano prendere la S.P. 43 per Sovana, al Km 2 seguire le indicazioni per Agriturismo Sassotondo, a sinistra su una strada sterrata di circa 3 km.
Persona da contattare: Carla Benini, Edoardo Ventimiglia
Orario visite: Dal lunedì alla domenica, su appuntamento.

Edoardo Ventimiglia e Carla Benini hanno iniziato la loro storia viticola nell’azienda di 72 ettari a Pitigliano nel 1990.  Allora le uve erano conferite alla cantina cooperativa del paese. Nel 1994 l’azienda è stata convertita all’agricoltura biologica e nel 1997 Edoardo, documentarista, e Carla, agronoma, stanchi di lavorare su progetti di altri, hanno deciso di lasciare definitivamente Roma, ristrutturare la vecchia cantina aziendale e iniziare a produrre vino. Davvero affascinante una visita alla cantina di Sassotondo, dove gli scavi nella roccia hanno lasciato bene in vista il segno delle diverse colate di tufo, che nello stratificarsi si è andato modulando secondo le diverse gradazioni del rosso, del grigio e dell’ocra. Del resto, la pratica di scavare nel tufo è sempre stata decisiva in questi luoghi: per scoprirne uno spaccato emozionante bisognerà mettersi sulle tracce delle vie cave, strade che collegavano il fondovalle all’altipiano, dove lo scavo nel tufo ha aperto pareti verticali di quasi quaranta metri. (GGr)

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Newsletter Go Wine


Vuoi essere informato sui numerosi
eventi enoturistici Go Wine?
Allora iscriviti alla newsletter